Bronx

Little Italy - Arthur Avenue - Bronx - New York

 

Vieni a conoscere il Bronx con il Tour dei Contrasti, scopri i quartieri di New York oltre  a Manhattan.

 

Bronx Zoo

Bronx Zoo – USA-Welcome

Il Bronx è uno dei cinque distretti, boroughs, che formano la città di New York, ed è l’unico distretto che non sia un’isola, nonché il solo ad avere un fiume che lo attraversa, il fiume Bronx.

Nonostante la fama di quest’area di New York sia negativa e basata su eventi legati alla criminalità e povertà, in particolare del South Bronx, ci sono altre zone meritevoli d’essere visitate, facilmente raggiungibili in metropolitana o con la linea ferroviaria di Metro North.

Grazie ad un passato durante il quale le famiglie benestanti di Manhattan si spostavano nel Bronx, considerato allora campagna, per passarvi l’estate ed evitare la folla, il caldo e  le malattie che facilmente dilagavano in città, vi sono splendide residenze e giardini, oggi aperte al pubblico.

La sua origine risale al 1639 quando la la Dutch West India compro’ dai Nativi Americani la terra che ora costituisce il Bronx e nel 1641 Jonas Bronck, un danese arrivato da Amsterdam, compro’ 500 acri di terreno lungo il fiume che venne subito chiamato Bronck’s River ed inseguito il distretto prese nome da questo primo insediamento. A questo  ne seguirono altri, gruppi di famiglie che si spostavano dal luogo di origine per dissensi religiosi, fintanto che i nativi americani non attaccarono le due colonie che si erano formate e due anni dopo venne fatto uno dei primi trattati per risolvere le loro divergenze. Ma fu solo con l’arrivo degli Inglesi che le divergenze  tra coloni e nativi cominciarono a trovare serie soluzioni. Il Bronx rimase principalmente  rurale per molto tempo, diviso tra benestanti che imitavano lo stile di vita della nobilta’ inglese e modesti proprietari terreni.

WAVE HILL (in Riversale, Bronx)

Se desiderate, come si faceva allora,  fare una gita “fuori porta” ed immergervi nel verde, consigliamo altamente la visita a Wave Hill, un parco di undici ettari , da cui di gode di una vista indimenticabile sul fiume Hudson e sul parco del Palisades, in New Jersey, e da dove non si vede alcun grattacielo o edificio moderno, grazie alla natura rigogliosa che lo circonda. Famosa per aver ospitato Charles Darwin, Thomas Henry Huxley e Arturo Toscanini. Theodore Roosvelt vi abito’ per diversi anni durante la sua adolescenza. Ora ospita esposizioni d’arte.

La visita di questa residenza e giardino è molto piacevole, grazie alla dimensione contenuta, alla pace e tranquillità che offre. Vi consigliamo di sedervi sotto un albero oppure alla terrazza del bar per assorbire e contemplare con calma la bellezza di questo luogo.

BARTOW-PELL MANSION MUSEUM (in Pelham bay, Bronx)

Bartow-Pell è una villa imponente costruita nel 1842. La storia di questa residenza e del suo parco inizia però nel 1654, quando Thomas Pell firma un trattato con gli indiani d’America Siwanoy ed ottiene 3642 ettari, che fanno ora parte del Bronx e la parte sud della contea di Westchester.

Oggigiorno questo palazzo è circondato da un bel giardino di quasi 4 ettari, dove c’è anche una riproduzione di una tenda usata dalla tribù Siwanoy, che abitava questa regione.

L’interno della villa, che è una delle più belle dimore storiche della città di NewYork,  è destinato a far rivivere ai visitatori quella che era la vita di una famiglia benestante americana durante l’epoca della guerra civile, grazie ai mobili ed oggetti d’epoca.

Lo Zoo del Bronx fu fondato nel 1899 e fu uno dei primi grandi Zoo urbani. Oggi ospita piu’ di 4.ooo animali su 270 acri. Una navetta facilita lo spostamento. Tra gli animali potrete vedere il Gorilla della foresta del Congo e antri due primati, per  loro e’ stata ricostruita in scala  una piccola foresta pluviale. Inoltre lo Zoo ha un attivo programma per la conservazione della natura.

Altra meraviglia del Bronx e’ il Giardino Botanico, 250 acri situati nel cuore del Bronx, un’insieme di 50 giardini con oltre  di 1 milione di piante e ogni giardino offre svariai tipi di ogni specie. Da visitare in qualsiasi stagione dell’anno, d’inverno un tuffo ai Caraibi visitando il Carribbean Garden, d’estate una giornata lontano dalla citta’ tra fiori e fontane.

One thought on “Bronx

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *