Goose Bumps – Pelle d’oca

Tratto da “Follow That Tourist” di Liz Robbins – New York Times – Domenica 22 Luglio

Liz Robbins ha sperimentato, da Newyorkese, cosa vuol dire essere turista a New York e ne è uscito un bellissimo e divertente articolo sul New York Times di domenica. Lo scorso anno New York e’ stata visitata  da 60 milioni di turisti, ma per Liz  la sua New York, quella di chi vive a NY,  e la New York dei turisti non si erano mai veramente connesse.

Prima grande differenza che si nota tra newyorkese e visitatore: turisti con ciabattine o scarpe da ginnastica, T-shirt e mappa in mano mentre si guardano attorno e affollano i marciapiedi di Midtown; newyorkesi in camicia, vestito e stivali  e solo intenti a consultare il proprio telefonino.

Alla richiesta d’informazioni le risposte  sono gentili e ci lasciano un senso di profonda soddisfazione e compiacimento, a noi piace tanto essere d’aiuto, ma cosa succede se il turista sa più cose di noi? Forse suggerisce  dovremmo essere noi a fare domande a loro.

Ed è così che armata di guide in varie lingue, itinerari e circuiti scelti in internet e con la Metrocard valida un mese ha scelto la settimana più calda e afosa per fare la turista a New York e cercare di vivere la vera New York, quello che di solito tutti promettono, ma che a quanto sembra è davvero difficile trovare… ma non impossibile.

E ancora una volta sembra chiaro che per trovarla bisogna saper cercare, magari seguire un filo, una storia, cercare posti che sappiano connetterti con quello che sei venuto a cercare, e come dice perfettamente Liz Robbins, nonostante New York sia una città tanto vasta e con così tante diversità ha il potere di unire tutti, sconosciuti e amici, visitatori e locali e come a tanti e a Liz stessa  è successo nel suo percorso da turista,  anche a voi succederà  prima o dopo di avere i “goose bumps” (pelle d’oca) e non sarà magari davanti ad una delle famose attrazioni ma a qualcosa di più intimo, qualcosa fra te e lei, la città che non dorme mai.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *