New York: la città dei contrasti

Midtown - New York Times
The New York Times - Midtown Manhattan

The New York Times

New York

è la città dei contrasti.  Il New York Times  riportava un’analisi dei cambiamenti avvenuti mettendo a confronto la New York del 1940 e quella di oggi. Nel 1940 era definita: bellissima, infinita, ispiratrice, scioccante, brutta, nuova e vecchia città,  oltre sette milioni di abitanti. Sette decenni più tardi, lo è ancora. Gli aggettivi sono ancora tutti validi a cambiare sono i numeri, ormai oltre gli 8 milioni.

Vivendo a New York da molti anni ho avuto la possibilita’ di scoprirla un po alla volta e ancora adesso mi succede di trovarmi in posti nuovi….  Venire a New York e vedere solo Manhattan, e molte volte neanche tutta, è veramente un peccato, si rischia di perdere molto, di tornare senza essersi nemmeno lontanamente avvicinati alla sua anima.  Per conoscerla ci vuole tempo è vero e molte volte i soggiorni non superano la settimana, ma ci si può organizzare magari scegliendo una zona fuori dal consueto percorso turistico, per intenderci fuori da Times Square, dalla Fifth Avenue, e dedicarle una giornata.

Per chi viene a New York per la prima volta,  può essere interessante fare il Tour dei Contrasti, un tour di 5 ore con guida in italiano.  C’e’ la possibilità di visitare il Bronx, Brooklyn e il Queens. Posti magari dove da soli non ci si va per la prima volta e dove invece ci si può ritornare per conto proprio con più famigliarità.

Con il Tour dei Contrasti scoprirete le differenti architetture che si mescolano straordinariamente ed elegantemente e che danno fascino alla città.

Partendo da Midtown Manhattan raggiungerete il famoso Yankee Stadium, casa dei bombardieri del Bronx(una delle squadre di baseball più famose nel mondo), poi continuerete verso la Fordham University, la più grande università  gesuita in US, il  Gran Concourse Boulevard famoso per la sua architettura e la  Little Italy più storica in New York: “Arthur Avenue„.

Raggiungerete il Queens, continuando verso Flushing Meadows, casa del torneo di tennis “Us Open„ ed il nuovo stadio dei Mets ed il  Queens Museum.

Arriverete alla vicina Williamsburg, quartiere emergente, scelto da molti giovani artisti Newyorkesi, ed ora ricco di molti buoni ristoranti, bars e boutique d’avanguardia!

Per  avere qualche informazione sui quartieri del Bronx, di Brooklyn e del Queens potete leggervi  alcune pagine di Manhattan e Dintorni o spulciare tra i post, troverete sicuramente qualche news.

Per qualsiasi altra informazione info@newyorkwelcome.net

One thought on “New York: la città dei contrasti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *